Due ragazze romane quattordicenni sono state notate su un pullman, adescate via Facebook, condotte forzosamente in un bosco, legate con le manette, violentate e lo stupro è stato pure ripreso con i cellulari.

Dopo cinque mesi le ragazze trovano il coraggio di raccontarlo ai genitori i quali denunciano gli autori, due vent’enni, indovinate un poco, Rom residenti nel vicino campo Rom: ve le ricordate le statistiche sugli autori delle violenze?

Ma non basta, perché le ragazze hanno subito l’onta, lo scherno e la beffa della pubblicazione sui social delle foto di una di loro ammanettata, a 90 gradi, in lingerie.

 

Ma dove vogliamo arrivare?

Evoluzione Necessaria denuncia la comprensione della disperazione del padre di una delle vittime che ha apertamente dichiarato che se lo Stato non fa giustizia ci penserà lui, c’è di che comprenderlo, tristemente…

Tuttavia poniamo anche una domanda che ormai non si può più tacere: MA LE DONNE ITALIANE NON PENSANO SIA L’ORA DI FARE QUALCOSA?

So perfettamente che vi sono mille associazioni a difesa delle donne e dei loro diritti, ma non basta, ci vuole un’iniziativa mai vista prima.

Donne italiane, sveglia, passate all’azione, pesantemente, oppure vi sentite a vostro agio nel ruolo di vittime?

LE DONNE PARLAMENTARI DEBBONO, TUTTE, DI TUTTI I PARTITI E MOVIMENTI (perchè sono loro che possono realmente incidere), COMINCIARE UN’IMMEDIATO SCIOPERO DEI LAVORI PARLAMENTARI.

Si riuniscano in un’Aventino rosa, ma proprio fisicamente, ed elaborino una proposta di legge con modifiche radicali della disciplina della violenza sulle donne, in tutte le sue forme, la presentino formalmente in Parlamento e assumano l’impegno di non entrare più in Aula sino all’approvazione della stessa.

Così facendo bloccherebbero il Parlamento obbligandolo all’approvazione immediata, e badate che volendo ci vorrebbe non più di una settimana per fare approvare siffatta riforma, basta che siano coese e transpartitiche.

SE NON RIUSCITE AD ELABORARE SIFFATTA PROPOSTA DI LEGGE DI MODIFICA DELLA DISCIPLINA DELLA VIOLENZA SESSUALE (ART. 609 BIS CODICE PENALE), siete colpevoli di inedia.

Se non comprendo per quale motivo non ci riuscite, Evoluzione Necessaria ve la prepara, poi starà a voi farla approvare, ma senza un’inedita e mai vista opera di pressione non vi riuscirete, questo è certo come il sorgere del sole ogni mattina.

DONNE ITALIANE, PARLAMENTARI, MUOVETEVI, SOLO VOI POTETE RIUSCIRCI!

Condividi:

Registrazione nuovo utente


  • Nome

  • Informazioni di contatto

  • A proposito di me ...

  • Scegli una password alfanumerica di almeno 8 caratteri Lunghezza minima di 8 caratteri.
    La password deve avere come minimo una robustezza uguale a Debole
    Indicatore intensità
  • Reinserisci password


    Password dimenticata


    Inserisci il tuo nome utente o indirizzo email.
    Riceverai un'email con un link per generare una nuova password.